PSZ  
  Home   Sentieri sonori   Ritmo!   Materiali   Verifiche    Nuovo Pozzoli   Musica!   Supersonico   Nuovo Festival   Leggi e circolari   Ed. Musicale   Scriveteci!   Chi siamo   Privacy e cookies   Informazioni   Login 
  > Home > Nuovo Festival > Ascoltare > Visualizza paginaUtenti: 6  18/11/2019, 23:35  
   
Cerca nel sito





Libri di testo

Sentieri sonori Sentieri sonori
Ritmo! Ritmo!
Materiali Materiali
Verifiche Verifiche
Nuovo Pozzoli Nuovo Pozzoli
Musica! Musica!
Supersonico Supersonico
Lezioni Musica Lezioni Musica
Nuovo Festival Nuovo Festival
Leggi e circolari Leggi e circolari
Ed. Musicale Ed. Musicale
Altre pubblicazioni Altre pubblicazioni
Scriveteci! Scriveteci!
Chi siamo Chi siamo
Privacy e cookies Privacy e cookies

Servizi

Ricerca Ricerca

Informazioni

Link Link
Contattaci Contattaci







 
  CATEGORIA Nuovo Festival  -  SOTTOCATEGORIA Ascoltare
Struttura Nuovo Festival

STRUTTURA DI NUOVO FESTIVAL

 

Il corso è stato pensato tenendo presenti i Programmi ministeriali, la normativa relativa alla valutazione ed all’autonomia, nonché tutte le problematiche che ogni docente, indipendentemente dalla disciplina che insegna, deve affrontare:

  • L’intercultura
  • L’orientamento
  • Le attività integrative che rientrano nel Piano dell’Offerta Formativa e che richiedono capacità di programmazione;
  • La dispersione scolastica;
  • L’integrazione degli alunni portatori di handicap.

 

Si propone quindi come un ausilio utile per i docenti sia nella fase di progettazione, sia nella fase d’insegnamento.

 

È suddiviso in due volumi, che sono completamente autonomi e indipendenti.

 

IL PRIMO VOLUME comprende tutte quegli argomenti del programma di Educazione Musicale che costituiscono i requisiti in termini di conoscenze e competenze indispensabili per “fare musica”.

Con il termine “fare musica” si intende sia il suonare, sia il cantare, come pure qualsiasi altra attività che richieda la capacità di manipolare il codice musicale.

In particolare gli argomenti inseriti nel primo volume sono:

  • l’accoglienza;
  • la notazione musicale;
  • i metodi per gli strumenti
  • il Canzoniere

 

IL SECONDO VOLUME comprende tutti quei contenuti del Programma di Educazione Musicale che costituiscono i requisiti indispensabili per comprendere i messaggi legati al codice musicale.

In particolare gli argomenti inseriti nel secondo volume sono i seguenti:

  • gli strumenti e l’orchestra
  • le forme musicali
  • la musica nel tempo

 

Il testo è corredato da un QUADERNO DELLE VERIFICHE che comprende esercitazioni relative ad ogni argomento trattato. Esse possono essere utilizzate come compiti in classe, come esercizi da svolgere a casa, o come base per un’interrogazione orale. Inoltre, possono essere usate anche per programmare e strutturare percorsi individuali calibrati sulle specifiche esigenze di ogni alunno.

 

Il testo è articolato in modo fa agevolare la programmazione, senza tuttavia avere l pretesa di sostituirsi all’insegnante, il cui ruolo rimane sempre e comunque centrale. Per quiesto motivo ha una struttura flessibile, in modo che possa adeguarsi alle più diverse esigenze.

L materiale presentato nel testo è vario e ricco affinché ogni docente possa fare le proprie scelte in relazione alla realtà della classe in cui opera, l’ambiente socioculturale in cui è inserita la scuola ed ai bisogni di ciascun alunno.

 

 

COME SONO PRESENTATI I CONTENUTI

 

Tutti i contenuti delle diverse sezioni del Programma di Musica sono suddivisi in moduli e unità di apprendimento che, a loro volta, comprendono diverse sottounità.

Il modulo è stato organizzato come un percorso di apprendimento di portata piuttosto ampia, con un carattere autonomo e concluso in sé: il docente può così decidere di svolgere anche un colo modulo per ogni sezione.

Nell’introduzione ad ogni modulo vengono anche fornite indicazioni utili a programmare attività di carattere interdisciplinare all’interno del Consiglio di Classe.

 

 

Ogni modulo è introdotto dalle indicazioni riportate nella tabella sottostante:

 

TITOLO

Indica la tematica affrontata nel modulo, che può avere anche un carattere interdisciplinare.

FINALITÀ

Indicano ciò che l’insegnante può ottenere con lo svolgimento di un modulo. La finalità è legata ai contenuti da trattare, m è anche in relazione ai bisogni dei ragazzi.

OBIETTIVI

Rappresentano ciò che i ragazzi debbono sapere (conoscenze), saper fare (abilità), saper essere (atteggiamento, consapevolezza di sé) al termine del percorso.

PREREQUISITI

Forniscono suggerimenti sulle conoscenze e sulle abilità e competenze che sono indispensabili per affrontare con successo il modulo. Sono utili sia ai docenti, per verificare che i ragazzi ne sino in possesso prima di affrontare il modulo, sia ai ragazzi, per essere più responsabili.

SUSSIDI

Comprendono tutti i supporti che permettono di apprendere don più facilità i contenuti e le tematiche del modulo. L’utilizzo di sussidi di vario genere (visivo informatico, ecc) serve a stimolare l’attenzione dei ragazzi e quindi l’apprendimento.

COLLEGAMENTI INTERDISCIPLINARI

Indicano quali altre discipline possono contribuire allo svolgimento della tematica del modulo, all’interno delle singole unità didattiche, nella rubrica Collegamenti interdisciplinari, sono puntualizzati i contenuti delle diverse discipline.

CONTENUTI DEL MODULO

Presenta il contenuto del modulo, suddiviso in Unità didattiche sequenziali.

 

 

Ogni modulo si conclude con una sintesi che riporta:

  • le parole chiave del modulo (vol. 1);
  • lo schema di sintesi e una verifica del modulo (vol. 2).

 

 

 

SOTTOUNITÀ DI APPRENDIMENTO

 

La tematica del modulo viene poi sviluppata in dettaglio dalle singole unità, che rappresentano delle minime “unità di apprendimento” disposte i ordirne sequenziale all’interno del modulo stesso.

 

 

 

 

La struttura dell’unità didattica è riportata nella tabella sottostante:

 

TITOLO

Indica il contenuto dell’unità.

OBIETTIVI

Indicano le conoscenze (sapere) e l competenze (saper fare) di cui gli alunni dovranno essere in possesso dopo aver affrontato l’unità. Gli obiettivi di un’unità sono in genere i prerequisiti di quella successiva.

SVOLGIMENTO

Lo svolgimento segue percorsi diversi alternando motivazioni/stimoli, informazioni, esercitazioni pratiche d ascolti.

GUIDA ALLO STUDIO

Fornisce indicazioni e suggerimenti per “imparare ad imparare”.

Nel primo volume e soprattutto nella sezione della Teoria, la guida allo studio richiede un momento di riflessione sulle parole chiave del percorso (che vanno memorizzate); nel secondo volume, invece, questa sezione propone una griglia da compilare raccogliendo sottoforma di appunti le informazioni estrapolate dal testo.

VERIFICA FORMATIVA

Si tratta di prove strutturate che servono si al docente per sapere se può proseguire il suo percorso, sia ai ragazzi per verificare se hanno bisogno di un ulteriore studio e/o di recupero.

COLLEGAMENTI INTERDISCIPLINARI

La rubrica definisce gli argomenti che possono essere trattati dagli insegnnti di altre discipline per dare all’unità u carattere pluridisciplinare.

 


Categoria: Nuovo Festival
Sottocategoria: Ascoltare
Scritto da: Pezzi Soglia Zauli
Inserito il: 04/05/2006
Stampa ... Versione per la stampa


 
 
 www.psz.itinfo@psz.itTorna indietro ...   Inizio pagina ...  
www.psz.it © 2005 by PSZ - Created by M.L.
Visitatori: 703639