PSZ  
  Home   Sentieri sonori   Ritmo!   Materiali   Verifiche    Nuovo Pozzoli   Musica!   Supersonico   Nuovo Festival   Leggi e circolari   Ed. Musicale   Scriveteci!   Chi siamo   Privacy e cookies   Informazioni   Login 
  > Home > Materiali > La valutazione degli alunni > Visualizza paginaUtenti: 80  24/02/2020, 13:26  
   
Cerca nel sito





Libri di testo

Sentieri sonori Sentieri sonori
Ritmo! Ritmo!
Materiali Materiali
Verifiche Verifiche
Nuovo Pozzoli Nuovo Pozzoli
Musica! Musica!
Supersonico Supersonico
Lezioni Musica Lezioni Musica
Nuovo Festival Nuovo Festival
Leggi e circolari Leggi e circolari
Ed. Musicale Ed. Musicale
Altre pubblicazioni Altre pubblicazioni
Scriveteci! Scriveteci!
Chi siamo Chi siamo
Privacy e cookies Privacy e cookies

Servizi

Ricerca Ricerca

Informazioni

Link Link
Contattaci Contattaci







 
  CATEGORIA Materiali  -  SOTTOCATEGORIA La valutazione degli alunni
La valutazione degli alunni

 

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI

 

In data 10 novembre 2005 sono state pubblicate le indicazioni ministeriali (nota n. 10434) sulla valutazione degli alunni.

I punti essenziali del documento sono:

1)      la valutazione dei traguardi intermedi (trimestrali o quadrime4strali) sarà affidata a SOBRIE schede di valutazione.

2)      Le schede debbono essere proposte dalle istituzioni scolastiche, previa delibera del Collegio Docenti.

3)      La valutazione va espressa per tutte le discipline anche per:

a)     le attività facoltative opzionali;

b)     il comportamento

la nota ministeriale si ricollega ad un’altra comunicazione del 341 agosto 2005, in cui è precisato:

1)      La responsabilità della valutazione e la cura della documentazione rappresentano i “tratti essenziali della funzione docente”.

2)      La valutazione deve avere una funzione formativa;

3)      Le schede di valutazione relative ai traguardi intermedi debbono essere sobrie.

4)      Oltre alle schede di valutazione ci sarà una documentazione dei processi formativi la cui scelta è lasciata all’autonomia delle scuole (dossier, cartelle, portfolio).

5)      La documentazione, che ha un carattere formativo e didattico, sarà di supporto al,l’apprendimento.

6)      Questa documentazione non ha alcuna funzione di certificare e non ha alcuna funzione pubblica e amministrativa.

7)      La certificazione delle competenze riguarderà solo l’ultimo anno, e sarà predisposta in forma sperimentale su un modello nazionale definito dal Ministero.

 

Sulla base di queste indicazioni, come potrebbe essere la scheda di valutazione per quanto riguarda la disciplina “Musica”?

 

I VINCOLI SONO:

 

Sobria

Comprensibile anche ai non addetti ai lavori

Con possibile funzione  formativa

 

 

POSSIBILI SOLUZIONI:

1

Musica (suff.  Buono    distinto   ottimo    non suff.)

È sobria, essenziale, ma non sufficientemente chiara; non dà indicazioni formative sui diversi aspetti della disciplina.

 

2

Pratica vocale

Valutazione per ogni voce (suff.  Buono    distinto   ottimo    non suff.)

Pratica strumentale

Ascolto – interpretazione

produzione

 

 

Presenta una maggior chiarezza comunicativa perché evidenzia i diversi aspetti della disciplina. Ha anche una funzione formativa in quanto dà informazioni sugli aspetti da recuperare.

È evidente che ogni docente potrà inserire solo quelle parti della disciplina che intende sviluppare effettivamente.

 

3

Pratica vocale

Una valutazione per ogni voce (suff.  Buono    distinto   ottimo    non suff.)

Pratica strumentale

Ascolto e  interpretazione

Conoscenza della teoria

Conoscenza della storia della musica

 

Evidenzia anche la conoscenza della teoria e della storia, che sono presupposti sia per l’ascolto, sia per la pratica.

 

 

Complessivamente la valutazione positiva in Musica corrisponde a situazioni diverse, che sono ampiamente evidenziate. L’alunno e el famiglie comprenderanno meglio i bisogni e le attitudini,.

 

Per arrivare alla valutazione della scheda articolata in una qualsiasi di queste ipotesi diventa utile servirsi di tutta la documentazione da noi inserita nel testo “Musica” e in particolare:

IL REGISTRO DI MSUICA (parte 2 – 4 che riporta anche, per ogni aspetto, io descrittori corrispondenti ai diversi livelli)

IL PORTFOLIO DI MUSICA (parti 3 – 1)

LE SCHEDE PER IL PORFTFOLIO  DI MUSICA inserite nel testo in ogni settore, possono essere utilizzate proprio per costituire la documentazione (dossier) di ogni alunno che permetterà di attribuire e giustificare la valutazione intermedia.

Infatti il Ministro ha eliminato la funzione di certificazione pubblica del portaolio,m ma gli ha riconosciuto la funzione di documentazione di supporto all’apprendimento.

 

Per quanto si riferisce alla voce

COMPORTAMENTO

È indispensabile raggiungere un accordo all’interno del Consiglio di Classe, sul significato che si vuol dare al termine.

Anche i ragazzi dovranno conoscere in base a quali criteri verrà valutato il comportamento.

 

Uno spunto per la discussione all’interno del Consiglio di Classe si può ricavare dai tabulati inseriti nella Guida di Musica (parte 2 – 3) pagg. 61 – 53; 58, 59 e nella guida di Supersonico, alle pagine 31

 

 

 


» Documenti allegati:
   Documento allegato ... valutazionealummi.doc

» Link segnalati:
   Link esterno ... 72.30.186.56/search/cache?ei=UTF-8&fr=slv1-symcd&p=nota+10434&u=www.cidi.it/documenti/Nota_Prot.pdf&w=nota+10434&d=dBWpXkVuN9aK&icp=1&.intl=it
   Link esterno ... www.edscuola.it/archivio/norme/circolari/nota_10_novembre_2006.htm

Categoria: Materiali
Sottocategoria: La valutazione degli alunni
Scritto da: Pezzi Soglia Zauli
Inserito il: 21/12/2006
Stampa ... Versione per la stampa


 
 
 www.psz.itinfo@psz.itTorna indietro ...   Inizio pagina ...  
www.psz.it © 2005 by PSZ - Created by M.L.
Visitatori: 715943